Fluo Experience

Una mostra POP

Agli inizi degli anni sessanta in USA esplode il fenomeno della Pop Art, caratterizzato dalla tendenza ad utilizzare oggetti e materiali visivi legati al mondo della popolar colture: il travolgente successo ha origine dalla natura del suo linguaggio, capace di interessare un pubblico molto vasto per i suoi continui ed espliciti richiami all’ immaginario popolare, alla sfera commerciale. Un fenomeno artistico che si poneva oltre le avanguardie ma di esse si componeva, quando tutto era già stato detto ma il mondo continuava a cambiare così rapidamente e l’ arte non poteva restare a guardare.
Protagonista indiscusso della Pop Art fu Andy Warhol, icona, e non solo “occhio Pop” di un fenomeno che stravolge l’ arte dall’ interno: pittura, fotografia, design, illustrazione, cinema e video realizzati in serie come prodotti commerciali; l’ artista, non più coinvolto emotivamente, produce come fosse una macchina industriale, scevro da ogni empito espressivo: si accorciano le distanze tra l’ arte “alta” dei grandi pittori e quella “bassa” della comunicazione, dei fumetti, della pubblicità.
Le Coca Cola, le Marylin, Red Elvis, le Jackie, le Zuppe Campbell’s , soggetti scelti per l’ impatto e l’ immediatezza della riconoscibilità, che siano essi personaggi dello star system, prodotti commerciali, fatti di cronaca e gossip, luogo d’ elezione di questo fenomeno artistico diventa la Factory (fondata da Andy Warhol) in cui gli artisti operano come in una grande bottega medievale, un’ officina dove tutti sono mossi da un intento comune: l’ Arte.

 

Tre artisti interpretano in chiave Pop, con un lavoro sperimentale all’ interno di una Factory, i (falsi) miti della società contemporanea, li utilizzano come veicoli di comunicazione: la religione, l’ egocentrismo, l’ esibizionismo estremo, l’amore, il consumismo.
Attraverso tecniche di derivazione avanguardista e ispirandosi al mondo della popular imagery gli artisti attingono al mondo del cinema e del consumismo, meri riproduttori non coinvolti emotivamente, realizzano opere sostenute da un’ iconografia accattivante e di facile lettura, dense di richiami alla vita e all’ immaginario comune. Il colore, di forte impatto, è la matrice comune di ogni opera… di tipo industriale: fluo!

Ilaria Giacobbi

 

ILARIA APRILE  EMILIO SORVILLO  DANILO DE LUCA

FLUO EXPERIENCE

UNA MOSTRA POP

Vernissage Sabato 13.05.2017 h.21.30

Via degli Zingari, 49 Rione Monti ~ Roma

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *