NVMEN ART GALLERY inaugura la stagione espositiva con #CONTEMPORARY (Rome Art) Exhibition, inserita nella terza ed. del Rome Art Week.

Una collettiva concepita con l’ ambizione di mettere in luce il fermento artistico contemporaneo, uno spaccato di esso, (libera tematica come libertà di espressione); concepita per raccontare l’epoca contemporanea, trova fondamento nella diversità e sugli opposti (a volte speculari, che si attraggono), nell’ allestimento le opere d’ arte dialogano.

 

Persi  nella frenesia del tempo presente: cos’ è l’ Arte, oggi?

LA VITA STESSA È L’ ARTE ASSOLUTA (Y. K.)

Cosa vuol dire essere artista nel tempo presente?

L’ uomo da sempre, e per sempre, ha entito la necessità di lasciare “tracce di se”; (la storia del’) l’ arte è chiamata a darne testimonianza, del tempo, nel tempo.

Oggi si è innescato un principio, un effetto domino: la fruizione dell’ arte viene fatta diventare elitaria e viene consacrato al ruolo di artista colui che, come un diligente operaio, produce opere (seriali) non più nel suo studio ma in fabbrica. (In una scena del film francese “Quasi amici..” viene ben mostrato il principio attuale di quotazione di un’ opera d’ arte. Altro che coefficiente!)

Il contenitore ( Museo o Galleria) e il contenuto ( opera d’ arte), in un processo dialettico compensativo e non oppositivo, devono far dialogare l’ arte e l’ architettura perché
” Il fine delle esposizioni (…) é quello di far comprendere al pubblico che le opere esposte, antiche o moderne che siano, appartengono alla sua vita, alla sua cultura visiva; di far comprendere che la tradizione é una realtà, sempre nuova, che é continuata nel presente proprio dagli artisti moderni che ogni giorno vi aggiungono la loro creazione; di far capire che i problemi di coerenza tra società e arte permangono in ogni tempo.”

L’arte è emozione, amore, passione, chimica, razionalità e surrealtà…
opposti che (con) vivono… l’ artista ha il compito di osservare, annotare, scrivere.. rappresentare il FENOMENO (ma anche il NUMENO), tradotto con il linguaggio universale dell’ Arte.

L’arte risiede nell’aspetto delle opere realizzate, (altrimenti negheremo “lo stile, la tecnica, il talento, la maestria” e ciò prescinde il concetto di “bello soggettivo”) ma anche nell’idea, nella parola o nel pensiero percorso per realizzare tale opera.

 

Quando nell’ arte tutto é stato già detto, (ma tutti possono dirlo) aspettiamo il “non detto”.

Ovviamente #HASHTAG!

Testo critico: Ilaria Giacobbi

ESPONGONO (DA NORD A SUD, PASSANDO PER IL CENTRO, ISOLE ANNESSE)

MARCO LAY, CLAUDIO LOY, ALESSANDRO MELA, BATTISTA DONEDDU, MARGHERITA PICCOLOMINI, DAVID OLIVIERI, FABRIZIO EVANGELISTI, LAURA SANDRONI, GIORGIA PECCHI, ANNA D’ ALESSANDRO, LUCA IDILI, IACOPO MARIA FIORANI, ELFRIDE DAEUBER, FRANCESCO MURGIA, FABIO ALFONSO MASSIMO LITTERA.

CURATED BY: Ilaria Giacobbi Pietro Galluzzi

Si ringrazia per l’ Arredo & Design:

UNIQUE & EXCLUSIVE ITALIAN LUX (Bertone Design)

Grafica & Comunicazione

KREO ARTE DESIGN

Progetto MODArt:

Kreo Arte T-Shirt

LA MOSTRA È VISITABILE DAL 22 Ottobre al 05 Novembre

VERNISSAGE: SABATO 27 OTTOBRE 2018 (a partire dalle 20.00)

NVMEN ART GELLERY

Via Capo d’ Africa, 9 00184 Roma 

✔️Col Patrocinio di:
Regione Lazio – Comune di Roma – Assessorato alla crescita culturale- Unione InternazionaleSapienza Università di Roma – Confesercenti Roma – Assoturismo Roma – AssoHotel Roma – Confederazione Italiana di Unione delle professioni intellettuali

✔️ Sostenitori
Menexa
Media Partner
Exibart- Art a Part of Culture – Romeing – Wanted in RomeZero

✔️ Partner
Share’ngo – Sala da Feltre

✔️Amici
Pensiero Meridiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *