Fabrizio Evangelisti partecipa alla terza edizione del Rome Art Week, la settimana dell’ arte Contemporanea capitolina.

L’ artista espone quattro opere della Serie Inquadramento, all’ interno della Collettiva #CONTEMPORARY (Rome Art) Exhibition, curata da Ilaria Giacobbi in collaborazione con Pietro Galluzzi, alla NVMEN ART GALLERY.

 

Le  Opere di Fabrizio Evangelisti nel testo critico di Ilaria Giacobbi.

“Il quadrato è un infante regale vivo. È il primo passo della creazione pura in arte. Prima di essa c’ erano solo ingenue deformità copie della natura”.

È nella drastica semplificazione della forma e nella tensione tra bianco e nero che nasce la serie “Inquadramento”, realizzata da Fabrizio Evangelisti.

Continus Improvement


Il quadrato viene concepito dall’artista come “creazione della ragione intuitiva” (in riferimento a Malevič) ma sopratutto come traduzione, in forma, di una sensibilità assoluta: l’ utilizzo unico del bianco e del nero non rappresenta la ricerca del “grado zero” della pittura (come nel Suprematismo) quanto un dualismo in cui i due opposti si controbilanciano nella perfezione del quadrato (in)quadrato.

Evangelisti colloca i soggetti dei suoi dipinti (personaggi o scene desunte dalla quotidianità) al centro della tela, dal nero sembra farli “ emergere” (Mai inquadrato), in esso specchiarsi (L’ oscuro fascino dell’ inquadramento), ma anche nel bianco disperdersi (Continus Improvement – Formazione) mataforizzando, attraverso l’ iconografia e gli attributi, il significato più profondo delle opere.

L’ oscuro fascino dell’ inquadramento
Formazione
Mai inquadrato

Il quadrato nella sua molteplice significanza esprimere l’elemento terrestre, inteso come Creato, come manifestazione del divino. Quarta delle figure geometriche fondamentali é anche il simbolo della Terra, in opposizione al Cielo, l’ Universo Creato in opposizione al Non-Creato e al Creatore.
Come figura antidinamica per eccellenza, il significato del Quadrato è quello: dell’arresto, dell’istante isolato, della stabilità.


“ Il quadrato non è una forma subcosciente.È la creazione della ragione intuitiva. È il volto della nuova arte”.

Fabrizio Evangelisti, nasce e vive a Roma, laureato in Filosofia è un artista autodidatta che utilizza il medium pittorico per esprimere il dualismo insito nella realtà quotidiana: schematizzato e schematizzante nel bi-cromismo del bianco e nero.

Testo critico Ilaria Giacobbi

 

La Mostra è visitabile fino al 05.11.2018

LUN/VEN 9.30 – 20.00

NVMEN ART GALLERY – Via Capo d’ Africa, 9 Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *