Trame contemporanee dal passato.

Margherita Piccolimini espone al Rome Art Week le sue creazioni che uniscono l’ arte alla moda, attraverso le antiche tradizioni della Puglia.

 

Ph. Antonella La Grasta

Margherita Piccolomini presenta due creazioni concettualmente POP(ular), ma che nello stile e nella forma rimandando alle tradizioni della Puglia: antiche trame di pizzi e merletti un tempo intessute da mani sapienti oggi riprendono “forma”.
Non più trame filate ma colla a caldo e dripping.
L’ artista attinge e trae spunto dalla sua Terra, da essa plasmata ne percepisce i continui stimoli che si traducono in opere d’ arte; padroneggia il linguaggio figurativo e plastico attraverso il quale l’ arte sfocia nella moda &nel design. D’ Autore.
Ilaria Giacobbi

TRAME CONTEMPORANEE DAL PASSATO abito in tessuto di colla a caldo ispirato al pizzo barese antico Opera di: Margherita Piccolomini Anno: 2017 Tecnica: Dripping Materiale: colla a caldo, cerniera, bottoncini, organza
FILAMENTI abito in tessuto di colla a caldo Opera di: Margherita Piccolomini Anno: 2016 Tecnica: Dripping Materiale: colla a caldo, bottoncini

L’OPERA NASCE NELL’INTENTO DI VOLER DARE VITA AD UN TESSUTO ALTERNATIVO , FLESSIBILE E DI FORTE IMPATTO VISIVO. AD AFFIANCARE LA PARTICOLARE TECNICA DEL DRIPPING IN COLLA A CALDO , C’E’ LA RISCOPERTA DI ANTICHE TRADIZIONI ARTIGIANALI, LEGATE AL TERRITORIO PUGLIESE. LA CREAZIONE DELL’ABITO INFATTI,PRENDE VITA DALLO STUDIO DI UN ANTICO SCHEMA DI PIZZO RIPRESO DAL LIBRO “IL PIZZO BARESE” DEL 1914 DI GIOVANNA CAMPISI, INSEGNANTE ALLA SCUOLA NORMALE DI BARI, IN CUI ALLE BAMBINE VENIVANO IMPOSTI GLI INSEGNAMENTI DELLE COSì DETTE “ARTI DONNESCHE”. L’ABITO EVOCA LA RAFFINATEZZA ED IL GUSTO DELLE DONNE PUGLIESI DEL PASSATO,PARLA DI UNA STORIA ; VIENE INSERITO NEL MONDO CONTEMPORANEO ATTRAVERSO L’USO DEL MATERIALE PLASTICO , MEDIANTE IL QUALE IL MOTIVO DECORATIVO DEL PIZZO VIENE TORMENTATO, RIPETUTO, SCOMPOSTO. L’OPERA OLTREPASSA LE BARRIERE, QUELLO STEREOTIPO DI UN ABITO REALIZZATO CON TESSUTI PREGIATI; ASSUMENDO QUESTA VOLTA, UN FONDAMENTALE VALORE GRAZIE ALLA TRADIZIONE, ALLA STORIA DI UN TERRITORIO. ED ALLO STESSO TEMPO, SI ALLONTANA DAI CANONI DELL’OGGETTO, DELL’ OPERA D’ARTE FINE A Sé STESSA, DA CONTEMPLARE. TRASFORMANDOSI IN ELEMENTO DECORATIVO PER IL CORPO, ORNAMENTO CHE ASSUME UNA SPECIFICA FUNZIONE, CORONANDO IL SOGNO DI RENDERE L’ARTE INDOSSABILE, A STRETTO CONTATTO CON LA PELLE DEL PROPRIO FRUITORE.
MARGHERITA PICCOLOMINI
Nasce a Terlizzi, l’8 novembre 1989.
Laureata al Biennio Specialistico in Decorazione Moda/Design presso l’Accademia di Belle Arti di Bari,
dall’infanzia,nutre passione ed interesse verso le arti visive.
Si dedica in particolar modo,alla modellazione finalizzata alla creazione di piccoli oggetti,tecnica che affinerà
formandosi nel campo dell’oreficeria a Valenza(AL) e della ceramica a Montelupo fiorentino (FI).
Sin dal 2010, l’artista esegue per commissioni private,lavori in cui sperimenta varie tecniche utilizzando materiali alternativi,da riciclo e metalli preziosi.
Realizza accessori,oggettistica d’arredo e bamboline ispirate a personaggi reali da indossare.
Di recente, dopo aver a lungo approfondito la tecnica del dripping con la colla a caldo, sta dando vita ad abiti e gioielli a cui fornisce un valore aggiunto, fondendoli con stilemi dedicati al suo territorio in particolare, all’arte del ricamo e del merletto realizzato però,con materiali contemporanei alternativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *