Improvvisazioni ed Espressioni in una Sinfonia di colori

Alessandro Mela, artista autodidatta, laureato in filosofia espone a Roma alla terza ed. del Rome Art Week  una serie di opere pittoriche che palesano, attraverso l’ astratto, le impressioni del mondo esterno accostate all’ “improvvisazione dell’ intimità “.

Dopo l’ esperienza artistica che lo ha visto partecipare alla Mostra Internazionale Regione Sardegna l’ artista espone all’ interno della collettiva curata da Ilaria Giacobbi, #CONTEMPORARY (Rome Art) Exhibition.

Alessandro Mela
Ph. Antonella La Grasta

Le opere, dalle dimensioni contenute, concentrano sulla tela una miscellanea di colori accesi e brillanti, stesi con delicatezza come fossero veli  o densi e corposi quasi a ricreare forme nell’ astratto: quella di Alessandro Mela é una pittura non figurativa, non fondata sulla riproduzione del reale ma che sembra conservare un legame con la realtà.

Ogni composizione presenta, al suo interno, un’ armonia data dagli accostamenti dei colori che  si compenetrano seguendo un’ andatura quasi musicale.

Pura sinfonia dei toni cromatici impressi sulla tela con un ordine compositivo: le tele  interamente riempite di pittura,  sono “saturate” di colore stratificato che, attraverso, la pennellata genera forme allungate o tonde che lasciano pieno spazio all’ interpretazione del singolo.

 

Alessandro Mela, laureato in filosofia e autodidatta nella pittura,  nasce in Sardegna ma si forma artisticamente a Bologna dove inizia a dipingere e ad esporre. Ha esposto nell’ estate 2018 all’ interno della collettiva Mostra Internazionale Regione Sardegna curata da Ilaria Giacobbi. Attualmente conduce la sua ricerca, artistica e filosofica, ed espone a Padru, sua città natale.

Testo critico: Ilaria Giacobbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *