Lionel Yamadjako: The Room Exhibition Art Fair PARTE III

Lionel Yamadjako proveniente dal Benin, Terra di arte e cultura espone per la prima volta a Roma a Bauhaus Home Gallery nel progetto artistico The Room Exhibition Art Fair.

L’ artista presenta rien dire, opera pittorica figurativa tendente all’ astrazione nella quale sono presenti componenti materiche realizzate con materiale di reimpiego, con la quale riprende il tema del voodoo un rituale tipico della sua terra, inesprimibile a parole ma che sintetizza con il linguaggio non verbale dell’ arte. Il tema figurativo diventa spunto per un’ azione pittorica appassionata e travolgente, come se l’ artista fosse colto da “raptus creativo” risolvendo le tensioni tra forma e contenuto attraverso una scrittura pittorica concitata costruita di segni e con cromie fluide, ricche e intense che saturano la tela. Frutto di gesti impetuosi e di una grande capacità espressiva;  l’ opera si presenta nella sua totalità come un’ immagine aperta dove la figura sembra straripare oltre i limiti della tela per un totale coinvolgimento emotivo dello spettatore.

Lionel Yamadjako si forma artisticamente nell’ Africa occidentale permeato e influenzato dai colori dalla sua Terra ma anche dal ricco patrimonio culturale fatto di tradizioni e antiche credenze; qui partecipa a collettive e atelier non solo in Benin ma anche in Nigeria, Burkina Fasu, Kenia, Mali, Congo, Senegal e Cina.
Nel 2007 espone al FESPACO in Burkina Fasu, alla Biennale in Benin nel 2012, due volte alla biennale di Dak’art dove espone nel 2016 al musee Boribana e nel 2018 al Goethe Institut; il 2018 è l’anno in cui espone anche presso la Residenza del Capo della Delegazione dell’Unione Europea del Benin a Cotonou.
Espone individualmente ‘Travelling with my brush’ presso Alliance francaise d’Enugu (Nigéria) nel 2011 e all’Ambasciata del Benin a Pretoria (Sudafrica) nel 2017.

Nel frattempo le sue opere sono già arrivate in Europa nel 2014 a ‘la maison de la culture’ di Nizza (Francia) , nel 2016 all’esposizione ‘La migration des couleurs’ di Noisy-le-grand Francia e nel 2017 ad Altona (Amburgo) dove partecipa alla collettiva ‘otherside’ presso la Africa Contemporary Art .

Proprio presso la Kulturetage Altona (Amburgo) torna ad esporre le sue opere nel 2019 anno in cui Lionel Yamadjako arriva in Europa e riesce quindi a partecipare al vernissage ed anche all’organizzazione della collettiva. Nello stesso anno espone individualmente allo Shanti- cafè Milano (Italia) e tra il 2019 e il 2020 presso EX-SA di Bergamo partecipa all’esposizione APPEL con alcune opere e con una personale installazione presso la ex-chiesa delle carceri di Sant’Agata inaugurando l’evento con una sua performance. L’evento è occasione di presentazione delle carte del tempo (tarocchi africani) ‘tam tam dei colori’ con le pitture di Lionel in collaborazione con artiste italiane pubblicate dalla casa editrice libri aparte

 

Inaugura la I Edizione del progetto artistico The Room Exibition Art Fair che si svolgerà nel periodo estivo presso Bauhaus Home Gallery, (spazio espositivo polivalente Rome Art Week e Open Gallery Biennale MArte Live) situata nel celebre e storico quartiere Pigneto, casa atelier e residenza di artisti che dal 2020 apre le porte al pubblico anche come B&b.

Gli artisti, che si avvicenderanno per tutto il periodo estivo, espongono le loro creazioni mostrandole ad un pubblico ampio e variegato (anche quello che solitamente non frequenta le gallerie e fiere d’ arte!!) che godrà del privilegio di soggiornare in una casa atelier e sperimenterà il fascino dell’ arte: una casa/museo dove i complementi di arredo e design sono desunti dalle opere stesse, un luogo d’ elezione dell’ arte che riprende anche il principio della Wunderkammer, per consentire al singolo il godimento costante e quotidiano, ma anche personale ed intimistico.

 

The Room Exhibition, all’ interno di Bauhaus Home Gallery, nasce da un’ idea di una condivisione artistica “inclusiva e non esclusiva” da un progetto artistico del curatore e storico dell’ arte Ilaria Giacobbi, improntato volutamente sull’ ambiguità: l’ Arte Contemporanea viene esibita, mostrata all’ interno di spazi museali ma, partendo dal concetto di “ARTE LIBERA & LIBERATA” ogni luogo è spazio espositivo, perché ovunque ci sia il BELLO e chiunque possa fruirne.

Le creazioni artistiche vengono collocate in ogni stanza, suddivise per stile o corrente, con un allestimento che non altera lo spazio domestico ma con l’ opera d’ ARTE dialoga.

 

Ubicata nel celebre e storico quartiere del Pigneto, a pochi passi dalla Stazione Termini, triangolo di strade dal fascino retrò tra la via Prenestina e la via Casilina dove brandelli di storia imperiale convivono con una romanità in continua trasformazione.”

Il Pigneto è la combinazione vincente di due contrapposte e spiccate personalità, quella diurna rappresentativa del caratteristico animo Romanesco, e quella notturna simbolo di una recente e ricercata realtà della movida Romana.
Il Pigneto è il quartiere di ‘Accattone’ e di Pier Paolo Pasolini, oltre che il set di altre grandi pellicole come “Roma città aperta” di Roberto Rossellini con Anna Magnani e Aldo Fabrizi.
Oggi fulcro dell’Urban Art romana, un quartiere che trasuda energia 24 ore su 24.”

L’ Arte esce dalle Gallerie Istituzionali per essere vissuta nella quotidianità.

 

ABSTRACT KITCHEN: FRANCESCO MURGIA

ABSTRACT LIVING ROOM: RACHELE TOFANELLI, GENNARO DE LUCA, MAGORZATA PINDEL

POP BED ROOM: Lionel Yamadjako, Soledad Agresti, Valentina Mura

SCULPTURE ARTIST: DAVIDE SERTORELLI

ART CURATOR ILARIA GIACOBBI

Prenota la tua vacanza  all’ interno di Bauhaus Home Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *